#unarticoloalgiorno ~ Art. 4

La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale e spirituale della società.

Nel primo Principio Fondamentale era stato scritto che l’Italia è una repubblica fondata sul lavoro. Questo articolo lo rimarca, dicendo che il lavoro è sacro e ogni legge che va contro il lavoro è sacrilega. Lo Stato, dunque, si deve impegnare a far sì che effettivamente ciascun cittadino abbia la possibilità di svolgere un lavoro, in modo non solo di poter concorrere al proprio benessere, ma anche a quello di tutta la società perché, come ebbe a dire Roberto Benigni in una trasmissione: «È la nostra indipendenza, la nostra libertà, la nostra vita. […] Perché quando riceviamo il compenso, quel compenso non  dà da mangiare solo al corpo, nutriamo  l’anima. […] Perché se non c’è il lavoro, crolla tutto, crolla la repubblica e crolla la democrazia, che sono appunto il corpo e l’anima delle nostre Istituzioni». Ecco perché il lavoro non può essere considerato solo un diritto, ma è anche un dovere che ogni cittadino deve poter svolgere secondo le proprie possibilità (ed eventualmente le proprie scelte, anche se al giorno d’oggi questa purtroppo è un’utopia).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...