22 dicembre 1947 ~ #unarticoloalgiorno

costituzione-della-repubblica-italianaRicordo di aver letto in un libro – non ricordo più se di Nuto Revelli o di Giorgio Bocca – che gli Alleati avevano proposto ai partigiani del Nord Italia un aiuto concreto se questi avrebbero garantito lo status quo dei Savoia. Per loro, però, questo significava continuare con lo Statuto Albertino. E no, la Resistenza non poteva accettare questa clausola: non era per quello che si era combattuta la guerra civile. E infatti, nel 1946 Umberto II fu spinto a indire un referendum istituzionale tra monarchia e repubblica. Come primo atto della neonata repubblica, dopo circa un anno di lavori veniva approvata la Costituzione della Repubblica Italiana.

Questo il primo articolo:

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Come prima cosa, è subito specificato che la forma di governo è una repubblica, in cui il potere viene esercitato dal popolo attraverso libere elezioni. Fondamento di questa democrazia, però, non è la proprietà, e i relativi privilegi di classe tipici dello Stato liberale, bensì il lavoro, diritto e dovere di ciascuno per il progresso personale e sociale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...