~ WORK IN PROGRESS ~

WORK IN PROGRESS ~ LETTURE IN CORSO

Questa rubrica, a cadenza variabile, mooolto variabile, è nata per tenere il punto delle mie letture in corso, come se non ci fosse bisogno della pila sul comodino e sulla scrivania accanto al computer a ricordarmi dei libri che sto leggendo. Sì, perché io mica mi accontento di leggere solo un libro per volta: in genere, ne leggo tre o quattro contemporaneamente, portando avanti la lettura secondo l’umore del momento. Dopotutto, sono lunatica e umorale come ogni Cancerina che si rispetti.


  •  Le notti bianche (Fedor Dostoevskij)  ~  Al momento, la lettura che mi sta entusiasmando e sto portando avanti è il breve racconto giovanile di Dostoevkij, Le notti bianche, ambientato a San Pietroburgo, in quel periodo dell’anno in cui nella Russia settentrionale il sole tramonta dopo le 22.00. Il racconto ha ispirato sia il film omonimo di Luchino Visconti che Quattro notti di un sognatore, di Robert Bresson.
  • Candido, o l’ottimismo (Voltaire)  ~  Voltaire scrive il Candido in un periodo successivo a numerose persecuzioni nei suoi confronti che l’hanno portato sulla via di una visione disincantata del mondo. Nonostante la presa d’atto dell’esistenza del male, non risulta, comunque, che Voltaire nel Candido esalti il pessimismo, quanto si limiti a stigmatizzare la pretesa di “vivere nel migliore dei mondi possibili”, precetto su cui Leibniz montò il cardine della propria filosofia. Non a caso l’illuminista francese incarna nella figura del precettore Pangloss il filosofo tedesco, intento ad istruire il giovane Candido a vedere il mondo che lo circonda con ottimismo, sebbene si succedano in continuazione controversie e disavventure.È citato anche da Leonardo Sciascia nel romanzo Candido, ovvero un sogno fatto in Sicilia del 1977 ed è stata musicata dal compositore americano Leonard Bernstein nell’operetta Candide.
  • Le mille luci di New York (Jay McInerney)  ~  Il nome del protagonista non viene mai citato, utilizzando l’autore la tecnica della narrazione in seconda persona singolare. Di lui si sa solo che è divorziato da una certa Amanda e che lavora al Reparto Revisione dei Fatti di un’importante rivista. 
  • Alice nel Paese delle Meraviglie (Lewis Carroll) ~  Un nonsense che più nonsense non si può e che quando ero bambina non mi aveva entusiasmato per niente. Ora, che bambina non lo sono più, ho deciso di riavvicinarmi a questo romanzo e dargli una seconda chance. La leggenda vuole che l’origine del racconto sia dovuta a una gita in barca in una soleggiata mattina estiva che Carroll traspone in versi nel suo Meriggio Dorato (proemio dell’opera), in compagnia del reverendo Duckworth e tre bambine: Lorina Charlotte Liddell (tredicenne, prima nel poemetto iniziale), Alice Pleasant Liddell(di dieci anni, seconda) e Edith Mary Liddell (di otto anni, terza).
  • Us (David Nicholls)  ~  Ho scaricato  questo libro come ebook nella sua versione inglese e ho cominciato a leggerlo per partecipare al Gruppo di lettura Tour, organizzato da quattro blog (La ragazza che annusava i libri, La Libridinosa, Scribacchiando in soffitta e Un libro per amico). Naturalmente, non era richiesto leggerlo in lingua originale, ma, non avendolo trovato né nelle librerie vicino casa, né nella biblioteca comunale, l’ho scaricato da Amazon. Sfortunatamente, gli ebook scaricati da quel sito sono leggibili solo su kindle e quindi mi limito a leggerlo sul pc, dove ho l’applicazione adatta. E poi, è sempre un piacere rispolverare l’inglese, e io ne ho davvero bisogno.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...